sito web di proprietà, con blog, news

L’importanza di un sito web di proprietà, oggi

Quanto è importante per chi ha una attività avere un sito web di proprietà nell'era dei social?

Meglio avere un blog, o un sito commerciale? La sezione News è importante? Ma se ho già i social, conviene avere anche un sito web?

L’importanza di un sito web di proprietà, oggi

Quanto è importante per chi ha una attività di qualunque tipo, avere un sito web di proprietà nell’era dei social network?

La risposta è molto semplice per quanto non scontata: E’ fondamentale!

Ma sarebbe troppo semplice liquidare il discorso con una risposta del genere e soprattutto sarebbe semplice controbattere o criticare la risposta se non te ne spiegassi il motivo.

Partiamo dal presupposto opposto, ovvero quello che a detta di molti sia la scelta migliore e più conveniente al giorno d’oggi: “non serve un sito web perchè ci sono social in abbondanza e sono gratuiti”
Benissimo dico io, ma facciamo qualche considerazione partendo da un esempio.

Qualche tempo fa, ero a Bologna per 3 giorni di corso di formazione professionale con un mio partner professionale: Leadership Lab.
E’ pratica comune ormai fare una foto inerente al corso o alla sala e pubblicarla sui social; nel mio caso, volevo pubblicare una foto con la dispensa del corso sulla mia pagina FB di lavoro per continuare a sostenere che la formazione imprenditoriale è molto importante etc. etc.
Immagina la mia grande sorpresa quando vado per aprire il mio account da smartphone e mi ritrovo un bel messaggio:

Il tuo account è stato sospeso!

ATTENZIONE: Sospeso, non vuol dire bloccato. Significa che non sei più presente sul social, che non c’è traccia di te e dei tuoi post, non che ci sei ma non puoi pubblicare!

A nulla è servito fare la procedura di reclamo, perchè mi portava ad una pagina di errore. Chiedo a mia moglie di verificare e… niente, il mio profilo era totalmente sparito da FB. Il motivo… E chi lo sa?

Non pubblicavo nulla da almeno una settimana (non sono un utente particolarmente attivo). Niente, di punto in bianco cancellato da FB senza una comunicazione, senza una motivazione.
(Se sei curioso/a, la cosa si è risolta “da sola” a tarda sera).

Ad un collega che si occupa di web marketing, un account che gestiva qualche centinaia di migliaia di Euro di sponsorizzate su FB, bloccato per oltre un mese.

Un altro collega riceve la chiamata di un cliente che ha perso tutti i post pubblicati sulla propria pagina negli ultimi mesi…

Potrei andare avanti ancora, ma mi fermo qui.
Ora, conoscendo questi casi, ti chiedo: “Rischieresti di far sparire da un giorno all’altro la tua presenza online per nessun motivo?”

La verità è che sui social network, sei SEMPRE ospite a casa di qualcun altro che decite di te e per te!
Inutile essere presenti su 10 social diversi, ogni social ha un suo pubblico e non tutti i clienti ti seguiranno su tutti i social. Se un social si spegne (o ti spegne), perdi una fetta di utenti.

Seconda motivazione fondamentale per avere un sito web di proprietà:

Tutti i dati che raccogli e gli utenti che ti seguono, sono TUOI (non del social network).

puoi usare questi dati per analizzarli in qualunque momento per creare o modificare le tue strategie di marketing, e ovviamente per contattare direttamente i tuoi utenti.

Parliamo di Privacy.
Sui social network, paghi per contattare i tuoi utenti (sì, anche per i tuoi) dato che gli algoritmi sono studiati per presentare i tuoi contenuti solo ad una “fetta” del tuo pubblico, a meno che tu non decida di pagare.

Poi arriva Apple… che con l’introduzione dell’App Tracking Transparency (puoi approfondire qui), ha portato un bello scossone nel mondo del Digital Marketing.
Con questa nuova politica anti-tracciamento, di fatto Apple ha reso più difficile l’acquisizione di dati di terze parti sui comportamenti degli utenti.

Dalle prime statistiche, sembra che degli utenti che vedono il popup per autorizzare la condivisione/tracciamento dei propri dati con app o siti di terze parti, acconsentano solo nel 38% dei casi, mentre quasi due terzi (62%) non presta il proprio consenso.

Questi dati erano fondamentali per la creazione di campagne di Advertising personalizzate, portando quindi una minore efficacia degli annunci pubblicitari e un aumento del costo di acquisizione di contatti da parte delle aziende.
Google, ha deciso di fare lo stesso su Android…

Questo porterà maggiore controllo da parte dei consumatori sui propri dati dal momento che è stato richiesto a gran voce dagli stessi e sempre più le aziende non potranno ignorare questo aspetto.

Cosa significa?

Significa che sarà più difficile fare marketing mirato online, senza avere tutta una serie di dati che profilano gli utenti presso aziende come META (Facebook) e, oltre a costare di più, il rischio è che le campagne siano meno efficaci.

Con un sito web di proprietà invece…

Ecco, immagina a questo punto di avere un tuo sito web di proprietà, che sia “casa tua”!

  • Creato su misura delle tue esigenze con informazioni ben strutturate (non in una timeline).
  • Espandibile con nuove funzionalità all’occorrenza
  • che comunica nel modo in cui TU e la tua azienda comunicate
  • Che parla di te, della tua azienda, dei vostri valori e della vostra mission
  • Qualcosa che aiuta a creare il tuo brand, come lo desideri

Insomma in parole povere, un sito ti servirà per creare:

  • La tua Brand Identity
  • Il tuo Brand Positioning
  • La tua competenza
  • Il tuo pubblico

La tua presenza sui motori di ricerca

Immagina ancora che grazie a questo sito potrai comunicare con i tuoi clienti tramite strumenti come il BLOG, o una sezione NEWS, o tramite un catalogo di tutti gli articoli/servizi che offri, organizzati in maniera logica e non in una timeline. Potresti:

  • Scrivere articoli che dimostrano la vostra competenza nel vostro settore
  • Aggiungere news su eventi, offerte, novità
  • Aggiungere, modificare, rimuovere prodotti/servizi nel tempo per dare una panoramica sempre aggiornata
  • Farti trovare nelle ricerche organiche (traffico a costo zero) su Google grazie alla SEO del tuo sito e ai concetti scritti nel tempo e relative parole chiave
  • Permettere agli utenti di iscriversi ad una newsletter del quale TU e la tua azienda siete titolari e grazie alla quale raccoglierai dati di persone già interessate ai tuoi prodotti/servizi, quindi profilati e in target
  • Strutturare una strategia di funnel per attirare e selezionare ulteriormente clienti o potenziali tali.

Google MyBusiness motore di ricerca

Ora capisci che grazie al tuo sito web di proprietà, non avrai necessità di pagare per contattare i clienti e nel tempo potrai costruire una base di contatti di proprietà di tutto rispetto.

Potrai integrare tutti i social che vorrai nella tua strategia di marketing, comunicare su ognuno come conviene, creare campagne che li prevedono, ma lo scopo sarà sempre quello di portare un utente a diventare un TUO utente e possibilmente cliente. Se un social chiude o ti chiude le porte in faccia, beh, avrai sempre “casa tua” e i tuoi “ospiti”.

Se vuoi approfondire l’argomento del sito web di proprietà, di una strategia di marketing o di acquisizione clienti

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on telegram
Telegram
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on print
Print